Baer_Ioset_KORA-6
Baer_Ioset_KORA-4
Baer_Ioset_KORA-2
Baer_Ioset_KORA-8
Baer_Ioset_KORA-3
previous arrow
next arrow
 
Rapporto di osservazione

Distribuzione

Svizzera

Area di distribuzione dell’orso bruno in Svizzera secondo le categorie SCALP 2020. Rosso = Categorie SCALP C1, “hard facts”, blu = Categorie SCALP C2, segnalazioni confermate, verde = Categorie SCALP C3, segnalazioni non verificabili) © KORA GIS

Non esiste una popolazione di orso bruno residente in Svizzera. Tuttavia, ogni anno si registrano diverse segnalazioni di individui immigrati dall’Italia, che finora però dopo un certo periodo sono nuovamente emigrati. La maggior parte dell’immigrazione avviene attraverso il Canton Grigioni. Dal primo ritorno nel 2005 sono state segnalate osservazioni di orsi dai cantoni di Berna, Grigioni, Lucerna, Nidvaldo, Obvaldo, Svitto, Ticino, Uri e Vallese.

I segni di presenza dell’orso sono anche raffigurati dal KORA Monitoring Center .

Distribuzione dell’orso bruno in Svizzera 2005-2019

La migrazione dell’orso M29 in Svizzera

Alpi e Monti Dinarici

Distribuzione dell’orso bruno 2012–2018 nelle Alpi e Monti Dinarici sulla base di una griglia 10×10 km. Verde = presenza permanente con riproduzione (rilevata negli ultimi tre anni), arancione = presenza permanente (rilevata in almeno 3 degli ultimi 5 anni), giallo = presenza sporadica/fluttuante (rilevata in meno di 3 degli ultimi 5 anni). La linea scura mostra la zona centrale, la linea blu la zona di espansione, le linee grigie mostrano i confini nazionali. © LIFE DINALP BEAR

Il progetto LIFE DINALP BEAR ha studiato le popolazioni di orsi nei Monti Dinarici e nelle Alpi. La zona centrale della popolazione si trova nel sud della Slovenia e della Croazia fino al confine con la Bosnia-Erzegovina, oltre che nel Trentino occidentale. La zona di espansione della popolazione si trova nel triangolo di confine tra Slovenia, Austria e Italia fino al Trentino orientale. La stragrande maggioranza di individui vive nei Monti Dinarici, e sono la principale fonte di immigrazione nella zona di espansione e la fonte di tutti i progetti di reintroduzione, ad esempio in Trentino. La popolazione del Trentino occidentale è stata rafforzata con un progetto di reintroduzione tra il 1997 e il 2004. La presenza nella zona di espansione è limitata ai giovani maschi migratori, ad eccezione delle Alpi Giulie in Slovenia, dove si osservano anche singole femmine.

Europa

Il monitoraggio e la gestione sono tradizionalmente organizzati da ciascun Paese. Tuttavia, tutte le popolazioni stabili di orso si espandono oltre i confini nazionali. Il network Large Carnivore Initiative for Europe, un gruppo specialista IUCN/SSC, compila periodicamente i dati più recenti sulla condizione, la gestione e la distribuzione dei grandi carnivori in Europa.

Sondaggi precedenti:

Distribuzione dell’orso bruno in Europa

Distribuzione dell’orso bruno in Europa basata su una griglia 10×10 km e dati dal 2012 al 2016. Verde scuro = presenza permanente (rilevata in almeno 3 dei 5 anni o riproduzione rilevata negli ultimi 3 anni), verde chiaro = presenza sporadica/fluttuante (rilevata in meno di 3 dei 5 anni), grigio = presenza senza informazioni dettagliate. Non sono stati raccolti dati da paesi e regioni con sfondo bianco. © LCIE

A livello mondiale

L’area di distribuzione originale dell’orso bruno si estende su tutto l’emisfero Nord, dalla tundra artica fino alle regioni subtropicali. La sua grande capacità di adattamento gli ha permesso di sfruttare ambienti molto diversi: foreste, steppe, montagne scoscese e tundra artica. L’aumento della popolazione umana, la deforestazione su larga scala, ma anche la persecuzione diretta lo hanno costretto a diventare un abitante dei boschi nella maggior parte della sua area di distribuzione originale e in casi estremi è stato portato all’estinzione.

Distribuzione mondiale dell’orso bruno

L’area di distribuzione dell’orso bruno si estende su gran parte dell’Emisfero Nord. © IUCN Red List 2017

Sistematica

L’orso bruno (Ursus arctos) appartiene alla famiglia degli Ursidi, i cui antenati sono dei piccoli mammiferi predatori arboricoli apparsi circa 25 milioni di anni fa. L’antenato diretto dell’orso bruno, estinto circa 11’000 anni fa, è l’orso etrusco Ursus etruscus il quale, secondo la distribuzione dei ritrovamenti fossili, popolava principalmente l’Europa.

La specie “orso bruno” è suddivisa in parecchie sottospecie che si differenziano tra loro principalmente per la taglia. Le sottospecie che vivono nelle regioni fredde sono generalmente più grandi e più pesanti di quelle che vivono nelle regioni calde. Gli orsi più grandi si trovano infatti nella parte settentrionale del Nord America e sono: il grizzly (Ursus arctos horribilis) e l’orso kodiak (Ursus arctos middendorffii). L’orso bruno europeo (Ursus arctos arctos), in origine specie stanziale anche in Svizzera, è molto più piccolo dei suoi parenti Nordamericani.

Diese Seite verwendet Cookies, um die Nutzerfreundlichkeit zu verbessern. Mit der weiteren Verwendung stimmst du dem zu.