Luchs_Geslin_KORA-9
KORA_Luchs_Geslin_Laurent-1
Luchs_Geslin_KORA-6
Luchs_Geslin_KORA-1
Luchs_Geslin_KORA-11
previous arrow
next arrow
 
Rapporto di osservazione

Distribuzione

Svizzera

Area di distribuzione in Svizzera della lince eurasiatica secondo le categorie SCALP 2019. (Rosso = Categoria C1, dati oggettivi e certi; blu = Categoria C2, osservazioni confermate; verde = Categoria C3, osservazioni non verificabili). La base di dati per il cantone del Vallese è incompleta © KORA GIS

La lince in Svizzera è divisa in 2 popolazioni: Giura e Alpi. La popolazione del Giura si estende su tutto l’arco montuoso dal Lago di Ginevra fino a Liestal, rispettivamente Buchs AG. Nelle Alpi la lince si è finora diffusa principalmente sul versante nord, dove è presente dal Lago di Ginevra al Lago di Costanza. Tuttavia, soprattutto la Svizzera centro-orientale, l’area tra il Lago dei Quattro Cantoni e il Lago di Walen, non è ancora completamente popolata. La distribuzione nella Svizzera nord-orientale è iniziata nel 2001 con traslocazioni di individui dal Giura e dalle Alpi nord-occidentali. Al di fuori del versante settentrionale delle Alpi, i segni di presenza finora provengono principalmente dal Basso Vallese settentrionale e dalla Surselva. Nel resto dei Grigioni, del Vallese meridionale e del Ticino, la lince è presente solo sporadicamente. Ci sono prove sporadiche provenienti anche dall’altopiano centrale, ma esso offre solo un habitat altamente frammentato con numerosi ostacoli per le linci e rappresenta un deciso confine tra le due popolazioni.

I segni di presenza di lince sono raffigurati anche dal Monitoring Center.

Verbreitungsgebiet des Eurasischen Luchses in der Schweiz 2001 – 2018

Alpi e popolazioni confinanti

Distribuzione delle osservazioni di lince nelle Alpi, della metapopolazione dell’Alto Reno e nelle Alpi Dinariche nel 2018 sulla base di una griglia di 10×10 km (rosso = SCALP Categoria C1 – dati oggettivi e certi; rosa = SCALP Categoria C2 – osservazioni confermate; grigio = SCALP Categoria C3 – osservazioni non verificabili. Segni di riproduzione: – Giallo = quadrato con foto di giovane lince o giovane lince trovata morta; verde chiaro = quadrato con traccia di animali adulti e giovani insieme; verde scuro = quadrato con avvistamento diretto di femmine con giovani). © SCALP

Il gruppo di esperti SCALP originariamente è stato istituito per valutare lo status della lince nelle Alpi.  Negli ultimi anni, tuttavia, l’attenzione si è estesa anche alla metapopolazione dell’Alto Reno (Giura, Vosgi, Palatinato e Foresta Nera e zone limitrofe) e dei Monti Dinarici. SCALP pubblica un rapporto di monitoraggio annuale. Nel periodo 2017 (basato sull’anno biologico della lince – dal 1 maggio 2017 al 30 aprile 2018), la distribuzione si è concentrata nelle Alpi nord-occidentali svizzere e nell’Arco del Giura in Svizzera e Francia. In queste zone sono state registrate numerose riproduzioni. Diversi segni di presenza provengono anche dalle Alpi francesi settentrionali e dalle Alpi calcaree in Austria, ma senza prove di riproduzione. Nella Foresta del Palatinato, la prima riproduzione è stata documentata dopo l’inizio del progetto di reintroduzione nel 2016. La distribuzione nei Monti Dinarici è frammentata, ma con prove isolate di riproduzione.

Europa

Il monitoraggio e la gestione sono tradizionalmente organizzati da ciascun paese a livello nazionale. Tuttavia, tutte le popolazioni di lince si espandono oltre i confini a livello internazionale. Il network Large Carnivore Initiative for Europe – un gruppo specialista dell’IUCN/SSC, su mandato della Commissione Europea, ha l’incarico di raccogliere i dati più attuali su status, gestione e distribuzione dei grandi predatori in Europa.

Sondaggi precedenti:

Verbreitung des Eurasischen Luchses in Europa

Distribuzione della lince eurasiatica in Europa sulla base di una griglia di 10×10 km e dati del 2012-2016. Verde scuro = presenza permanente (rilevata in almeno 3 dei 5 anni o riproduzione rilevata negli ultimi 3 anni), verde chiaro = presenza sporadica / fluttuante (rilevata in meno di 3 dei 5 anni), blu = poche indicazioni, possibilmente solo pochi animali erratici. In bianco le regioni e i paesi per cui non sono disponibili informazioni. © LCIE

A livello mondiale

Al di fuori dell’Europa la distribuzione della lince eurasiatica si estende sino al Pacifico e dall’Himalaya fino ai limiti settentrionali di espansione dell’area forestale. La lince è un abitante tipico di boschi e foreste. Solo nell’Asia centrale, al limite occidentale del deserto del Gobi, si possono trovare linci in zone prive di vegetazione continua.

Weltweite Verbreitung des Eurasischen Luchses

L’insieme dell’area di distribuzione della lince eurasiatica si estende su gran parte dell’Europa e dell’Asia. © IUCN Red List 2015

Sistematica

Oggi il genere Lynx comprende quattro specie: due in America del Nord (lince rossa L. rufus negli Stati Uniti d’America e Messico e lince canadese L. canadensis in Canada e Alaska) e due nell’Eurasia (lince eurasiatica L. lynx e lince iberica L. pardinus in Spagna). Filogeneticamente, le linci sono strettamente legate ai grandi felini (Pantherinae). Differenziandosi da essi nella taglia delle prede, le linci cacciano infatti di preferenza mammiferi di taglia media (lagomorfi). Tuttavia, a partire dall’ultima glaciazione, la lince eurasiatica si è specializzata nella caccia di piccoli ungulati. Il risultato di questa specializzazione è un raddoppio di peso; la lince eurasiatica pesa tra i 17 e 30 kg mentre la lince canadese, il suo più stretto parente, ha un peso compreso solamente tra i 10 e i 15 Kg.

Distribuzione delle sottospecie di lince eurasiatica. © Kitchener et al. 2017

Sono state descritte diverse sottospecie di lince eurasiatica. Secondo lo stato attuale della ricerca, sembra appropriato dividere la lince eurasiatica in 6 sottospecie:

  • la lince europea L. l. lynx in Scandinavia, Finlandia, Stati baltici, Bielorussia e parte europea della Russia fino al fiume Yenissei;
  • la lince carpatica L. l. carpathicus in Europa dell’est e Europa centrale, comprese tutte le popolazioni reintrodotte nell’Europa centro-occidentale;
  • la lince balcanica L. l. balcanicus nei Balcani (Macedonia del Nord, Albania, Cossovo);
  • la lince caucasica L. l. dinniki nel Caucaso, Asia minore, Iran e Iraq;
  • la lince tibetana L. l. isabellinus in Asia centrale compreso Himalaya e Tibet; e
  • la lince siberiana L. l. wrangeli Russia a oriente di fiume Yenissei verso la Cina.

Diese Seite verwendet Cookies, um die Nutzerfreundlichkeit zu verbessern. Mit der weiteren Verwendung stimmst du dem zu.