Feldarbeit_Wildkatze_Geslin_KORA-7
Feldarbeit_FZ_KORA_0000s_0013_P1080181
Feldarbeit_Luchs_Geslin_KORA-24
Feldarbeit_Luchs_Geslin_KORA-17
Feldarbeit_Luchs_Geslin_KORA-29
previous arrow
next arrow
 
Rapporto di osservazione

Traslocazioni

Una lince liberata corre attraverso il prato.
© Laurent Geslin

KORA partecipa regolarmente a progetti di traslocazione e reintroduzione della lince in Europa. Questo può avvenire in un contesto di ripopolamento o per la creazione di nuove popolazioni. Le reintroduzioni non solo ripristinano la biodiversità originale, ma possono anche costruire importanti “popolazioni passerella” che migliorano la connessione tra popolazioni di linci già esistenti ma isolate. Una rimozione di animali dalle popolazioni sorgente può essere giustificata, a condizione che siano sufficientemente grandi e in buone condizioni. In stretta collaborazione con la Confederazione, i Cantoni e il FIWI (Centro per la medicina dei pesci e della fauna selvatica), KORA è principalmente responsabile della cattura e del trasporto delle linci. La buona banca dati in Svizzera e l’esperienza pluriennale garantiscono il successo dell’attuazione di tali progetti.

Le seguenti traslocazioni sono state effettuate dal KORA:

  • Svizzera nord-orientale (2001 – 2008): Traslocazione di sette linci dalle Alpi svizzere e cinque dal Giura in Svizzera nord-orientale.
  • Alpi Calcaree (2011 – 2017): Traslocazione di una lince femmina dalle Alpi e quattro individui dal Giura nelle Alpi Calcaree (Austria).
  • Tarvisiano (2014): Traslocazione di due linci dal Giura svizzero al Tarvisiano (Italia).
  • Foresta del Palatinato (2016 -2020): Traslocazione di otto linci dal Giura svizzero e quattro individui dalla Svizzera nord-orientale alla Foresta del Palatinato (Germania). Sempre nella Foresta del Palatinato, in aggiunta sono stati liberati otto individui provenienti dalla Slovacchia.

Diese Seite verwendet Cookies, um die Nutzerfreundlichkeit zu verbessern. Mit der weiteren Verwendung stimmst du dem zu.