KORA

Ritratto di un orso

Ritratti di un orso bruno © Laurent Geslin

Orso bruno (Ursus arctos)

 

  • Peso: Un maschio adulto può raggiungere i 300 kg; le femmine sono più leggere, pesano fino a 225 kg.
  • In origine era presente in tutta l’Europa e in Asia al nord dell’Himalaya. Attualmente in Europa ha un’area di distribuzione molto ridotta.  È stato reintrodotto in Austria, Italia del Nord e Pirenei.
  • Habitat: in seguito ad un’elevata persecuzione vive principalmente in boschi e zone con una forte copertura vegetale. È un animale solitario, non territoriale.
  • Periodo di riproduzione: da maggio a giugno
  • Gestazione: lo sviluppo embrionale è bloccato poco dopo la fecondazione; il riposo ovulare dura fino a fine novembre inizio dicembre, in seguito vi è una gestazione di due mesi.
  • Piccoli per parto: nascono un massimo di quattro piccoli orsi bruni, ciechi e glabri. Nascono in inverno e ad aprile-maggio mamma e piccoli lasciano la tana.
  • L’emancipazione dei piccoli avviene solamente dopo 1-2 anni.
  • Maturità sessuale: maschi a circa 3 anni, femmine a circa 5 anni.
  • Regime alimentare: onnivoro e opportunistico. Si nutre principalmente di vegetali ma anche di insetti, carogne e ungulati.
  • Speranza di vita in libertà: tra i 25 e i 30 anni.
  • OCP: Protetto con eccezioni,
  • Convenzione di Berna: Allegato II (specie strettamente protetta),
  • Direttiva Habitat dell’Unione Europea: Allegato II e IV,
  • CITES: Allegato II,
  • Lista rossa IUCN: A rischio minimo (Least Concern).