KORA

Riproduzione

 Gli orsi si accoppiano tra aprile e luglio; durante questo periodo può capitare che i maschi combattano tra loro. Maschi e femmine si accoppiano con più partner, è quindi possibile che i piccoli, generalmente due, abbiano padri diversi. Lo sviluppo embrionale è bloccato poco dopo la fecondazione ed è solo a novembre – inizio dicembre che riparte. La gestazione, della durata effettiva di due mesi circa, termina  tra gennaio e febbraio quando la madre partorisce, direttamente nella tana, dei piccoli orsi (da uno a quattro) ciechi e con il pelo grigio. Essi pesano circa mezzo chilo e sono nidicoli. La femmina, che durante il periodo di riposo invernale non assume, li allatta con un latte materno molto nutriente. Quando lasciano la tana, verso aprile – maggio, i piccoli pesano già circa una quindicina di chili. Una volta usciti dalla tana, seguono la madre anche in grandi spostamenti. La fase d’apprendimento con la madre dura da un anno e mezzo fino ai due e mezzo; per questo motivo una femmina nelle migliori condizioni possibili può riprodursi solamente ogni due anni.