KORA

Uomo e lupo

Il lupo è protagonista in molte favole e molti miti. Ha un valore simbolico che varia secondo le diverse culture. Tra i cacciatori-raccoglitori aveva spesso un’immagine positiva. Mentre nella cultura occidentale ha una connotazione negativa: è visto come un pericolo per l’uomo e il bestiame. Tuttavia, è un animale selvaggio e i casi d’attacchi all’uomo sono estremamente rari. I maggiori conflitti con l’uomo emergono dagli attacchi a greggi di pecore. Nel Concetto Lupo Svizzera -messo in atto per facilitare la coabitazione tra uomo e lupo – i danni causati al bestiame sono indennizzati dalla Confederazione e dai Cantoni. Se un lupo uccide 35 pecore in quattro mesi o 25 pecore in un mese può essere abbattuto con un’autorizzazione di tiro erogata dalla commissione intercantonale composta da autorità cantonali e dall’Ufficio Federale dell’Ambiente. Tuttavia, queste misure sono messe in atto solamente se si tratta di bestiame che beneficia di misure di protezione delle greggi.

Illustrazione tratta dalla favola « Ivan Tsarévitch e il lupo grigio », nella quale un lupo aiuta l’eroe nella sua vittoria. © Wiktor Wasnezow

Nei miti orientali il lupo ha spesso un ruolo positivo. Nella favola russa « Ivan Tsarévitch e il lupo grigio », il lupo prima mangia il cavallo dell’eroe. In seguito però principe e lupo si alleano e vincono i loro nemici grazie alla loro forza congiunta. © Wiktor Wasnezow