KORA

Alimentazione

Le abitudini alimentari dell’orso bruno europeo variano fortemente durante il corso dell’anno. In primavera, quando lascia la tana dopo il riposo invernale, non sente ancora il bisogno di nutrirsi perché il suo apparato digerente deve riattivarsi lentamente. Tre quarti del fabbisogno alimentare dell’orso è coperto da vegetali ma si nutre volentieri anche di carogne. La fame proverbiale dell’orso raggiunge il suo apice verso fine estate, quando deve costituirsi delle riserve di grasso per l’inverno. In questo periodo si nutre principalmente di bacche, frutti, noci e miele. Una fonte importante di proteine animali è rappresentata da insetti. L’orso europeo caccia in modo opportunistico, occasionalmente può anche predare animali da reddito non custoditi. Gli orsi nordamericani invece cacciano e pescano regolarmente.

Durante il periodo di riposo invernale, l’orso non si nutre né si idrata; vive solamente grazie alle riserve di grasso accumulate durante l’estate e non espelle né feci né urina, perché il suo organismo è in grado di riciclare l’urea prodotta dal corpo. Le femmine producono inoltre un latte ricco di grassi per i piccoli. Durante questo periodo un orso può perdere fino al trenta per cento del suo peso autunnale.